DOVE FARE BIRDWATCHING NEL DELTA DEL PO

Soggiornando a Tenuta Goro Veneto portrai visitare i migliori luoghi dove fare birdwatching nel Delta del Po.

Il Parco del Delta del Po, riconosciuto come uno dei parchi più importanti d’Europa, si estende per 54.000 ettari distribuiti su nove comuni nelle province di Ferrara e Ravenna.

Il Parco è il luogo ideale dove fare birdwatching nel Delta del Po perchè è caratterizzato da una grande varietà di ambienti che vanno dai residui dunosi, lungo alcuni tratti del litorale, alla verde distesa del Bosco della Mesola; dai suggestivi percorsi naturalistici lungo i suoi fiumi alle antiche pinete del ravennate; dalle sterminate distese di acqua salmastra delle vallidi Comacchio e della Sacca di Goro alle valli diacqua dolce di Argenta e di Ostellato, zone dove trovano cibo e riparo numerose specie di uccelli.

Fare birdwatching nel parco del Delta del Po è un’attività fantastica per scoprire e vivere la natura e il Parco del Delta del Po costituisce un’occasione da non perdere per assaporarne lentamente odori, colori, saperi e sapori, per stare bene senza disturbare e senza essere disturbati.

Dove fare birdwatching nel Delta del Po: boschi, pinete e foreste

Tre sono le tipologie di boschi presenti nell’area del Parco del Delta del Po: i vecchi boschi litoranei, i boschi allagatie le pinete.

I primi sono rappresentati dal Bosco di Santa Giustina e dal Bosco della Mesola dove prevale il Leccio e le piante tipiche della macchia mediterranea. Nel tempo si sono insediate altre piante di pianura quali la Farnia, il Pioppo, il Frassino e il Carpino.

Per osservare il bosco allagato ci si può recare in Punte Alberete, dove nelle casse di espansione del fiume Lamone si è formata una vera e propria foresta ricca di Salicone, Pioppo, Olmo, Ontano, Farnia e Frassino con laghiaperti di acqua dolce dove crescono Castagna d’acqua, Ninfea e altre piante della vegetazione idrofila, oltre a prati umidicomposti da Carice e Giunco. Forme minori di boschi allagati si possono incontrare in alcune anse golenali lungo il Po di Goro.

Dove fare birdwatching nel Delta del Po: le dune

Nella piatta campagna del Delta del Po può capitare di imbattersi in piccoli monti di sabbia ricoperti di vegetazione: sono le dune fossili, testimonianza delle antiche linee di costa.

Le dune si formano lungo i litorali sabbiosi, nel nostro caso si tratta di dune formate dall’azione del vento, in particolar modo dalla Bora (vento freddo che soffia da Nord verso Ovest) che, quando spira, solleva grandi quantitativi di sabbia.

In questi ambienti sono estremamente importanti le piante pioniere, per il ruolo che svolgono, in particolare l’Ammofila litoranea, che contribuisce alla formazione di piccoli ed embrionali accumuli di rena, dando così il via alla formazione delle dune.

Quelle di Massenzatica risalgono all’epoca etrusca e raggiungono quasi i 7 metri di altezza. Le dune fossili sono dei veri “monumenti naturali”, integralmente tutelate, mantengono ancora le caratteristiche vegetative tipiche dei litorali come il Leccio, l’Asparago pungente, il Biancospino e il Ginepro.

Rifugiati nella tranquillità del Delta del Po, Tenuta Goro ti aspetta per soggiornare in questo territorio incontaminato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here