Cosa mangiare nel Delta del Po: un vero e proprio viaggio gastronomico

Il Delta del Po, un territorio incontaminato per fauna e flora, ci offre anche i tesori gastronomici più ricchi del Paese. Scopri in questo articolo cosa mangiare nelle terre del Delta del Po fra Comacchio, Chioggia e Porto Tolle.

Il Delta del Po è una terra costruita dall’acqua, formatasi dall’acumulo dei detriti trasportati dal grande fiume verso il mare.

Ma non solo, è anche una terra disegnata dall’uomo fatta di canali, argini, bonifiche ma con il cuore ancora in palude.

Una terra di nebbia con i colori di un territorio tutto da scoprire e da assaportare con i gusti di una gastronomia semplice e antica.

Un viaggio gastronomico in cui i piatti di terra, di mare e di fiume si incontrano, distinguendosi nella tradizione culinaria italiana.

Cosa mangiare nel Delta del Po: non solo anguille

Proprio dalle Valli di Comacchio partono i sapori, ad iniziare da quello forte e deciso delle anguille. Esse vengono pescate con i tipici lavorieri, delle griglie che bloccano il passaggio alle anguille verso il mare.

E’ possibile gustarle fresche, grigliate, arrostite, in umido o fritte, oppure in conserva, in una marinata a base di aceto e aromi.

Ma non solo, le Valli offrono anche una ricca riserva di pesca di cefali, orate, branzini e granchi.

A Comacchio ad esempio, è possibile degustare i prodotti dell’Antica Manifattura dei Marinati, proprio nelle sale in cui ancora ad oggi avviene la lavorazione dell’anguilla marinata, visitando quella che si può definire una fabbrica-museo.

Dopo aver ammirato le bellezze della cittadina, si possono assaporare le tipicità della tradizione al ristorante Bettolino di Foce, costruito all’interno del Casone Foce, in passato importante stazione di pesca, offre ai suoi clineti anguille marinate e alla brace, brodetti, risotti e altre specialità marittime.

Cosa mangiare nel Delta del Po: verso Chioggia

Risaliamo in Veneto, in particolare verso Chioggia.

Una sosta da non perdere è quella presso l’Osteria Arcadia, per deliziare vongole, cozze, cannolicchi, cannocchi, moleche e moscardini, fasolari, schile, aquadelle e go dal mare, senza dimenticare l’anguilla, le “seppie in tocio” e il baccalà ma anche gli ortaggi, i salumi e le carni.

Famosa anche la selvaggina locale con le folaghe, i fischioni e le lepri.

Andando verso nord troviamo gli orti di asparagi e radicchio, dai boschi e dai canneti, agli allevamenti di cozze e vongole.

A Chioggia non si possono non assaggiare i buboli (le classiche lumachine) e il brodetto, i bigoli, e i risotti preparati con il famoso riso del Delta, la stagionale zucca barucca, il radiccio e tante altre specialità.

Stai pensando ad un weekend fuori porta? non perderti i colori del Delta del Po in autunno!

A coccolarti ci pensiamo noi di Tenuta Goro Veneto!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here